1. Impara a dire di no, senza pensare che stai danneggiando qualcuno e senza sentirti in colpa.

2. Sei responsabile di quello che ti accade. Anche gli altri, però, sono responsabili di ciò che gli accade.

3. Devi essere flessibile, esattamente come un ramo di nocciolo. La rigidità porta alla rottura.

4. Non sei insostituibile: impara il valore della delega e impara il valore della richiesta.

5. Fai parte di un sistema, che comprende il luogo in cui vivi, gli amici, i familiari.

6. Ogni tua azione genera ripercussioni sul sistema circostante

7. Le altre persone non sono responsabili delle tue frustrazioni, e tu non lo sei delle loro.

8. Non esiste fallimento, solo feedback.

9. Ogni problema ha una soluzione. Se non c’è soluzione, significa che non c’è problema.

10. Renditi conto che tu sei esattamente quello che fai di te stesso.


Tratto da: Avere e Essere – Da imprenditore incompreso a imprenditore che comprende.
Categorie: riflessioni

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *