Le figure retoriche in pubblicità: metafora e similitudine.

  Il linguaggio della pubblicità è ricco di metafore e similitudini e la loro trasposizione visiva serve a rafforzare il concetto creativo rendendo il messaggio più suggestivo. Si pongono come espressione linguistica familiare, “ingannando” il pubblico in modo insidioso ma estremamente intelligente. Sono figure retoriche che mettono in paragone due elementi. Nella similitudine Leggi tutto…

Le figure retoriche in pubblicità: la personificazione.

Per essere efficace la comunicazione ha bisogno di “effetti speciali”. Deve stupire per attirare l’attenzione del pubblico. Uno dei modi per farlo è quello di “umanizzare” il prodotto. Per far ciò si ricorre alla figura retorica della personificazione. La personificazione avviene quando, tramite una rappresentazione allegorica, si attribuiscono agli animali o agli oggetti inanimati caratteristiche (azioni, Leggi tutto…

La frontiera del surreale.

Surreale agg. [comp. di sur- e reale2, sul modello del fr. surréel]. – Che supera, che oltrepassa la dimensione della realtà sensibile; che esprime o evoca il mondo dell’inconscio, della vita interiore, del sogno: atmosfera s.; un paesaggio s.; l’azione del film si svolge in un ambiente surreale. (fonte: treccani.it) Leggi tutto…

Attualità di un classico: il testamento di Leo Burnett.

[vc_row][vc_column][vc_single_image image=”8457″ alignment=”center” border_color=”grey” img_link_large=”” img_link_target=”_self” img_size=”full”][vc_column_text disable_pattern=”true” align=”left” margin_bottom=”0″] Leo Burnett (1891-1971) è stato uno dei più grandi pubblicitari a livello mondiale. Considerato dalla rivista Time uno dei cento uomini più influenti del ventesimo secolo, e ancora oggi venerato come un guru, fondò nel 1935 (il 5 agosto) l’omonima Leggi tutto…